Furoshiki, il fascino di un quadrato di stoffa al festival del tè

L'arte del Furoshiki al festival del tè 2018

All’interno del programma di eventi dedicati alla cultura del Giappone, Paese ospite di In Tè Bologna Tè Festival 2018, non poteva mancare il Furoshiki, l’arte di avvolgere gli oggetti con la stoffa. Sapete di che cosa si tratta?

Il Furoshiki è un quadrato di stoffa usato anticamente per avvolgere e trasportare i vestiti puliti al bagno pubblico. Sembra che le prime testimonianze di questa tradizione risalgano al periodo Muromachi (1392-1573). All’epoca si chiamava hirazutsumi. Fu nel periodo Edo (1683-1868) che questo pezzo di stoffa prese il nome di Furoshiki da furo (bagno) e il verbo shiku ovvero stendere.

Con il tempo questo oggetto ha iniziato a cambiare dimensioni e a essere usato per qualsiasi oggetto, sia per poterlo spostare in modo pratico sia per avvolgerlo in modo carino per essere regalato.

Come è possibile? Quali pieghe e nodi permettono a un semplice pezzo di stoffa di diventare così interessante? Sapete che si possono creare in questo modo anche delle bellissime borse?

A tutte queste risposte risponderà venerdì 9 febbraio alle ore 15 Chiara Bottelli, ricercatrice tessile e nipponista. Non solo. La stoffa può essere anche un’ottima soluzione per impacchettare un regalo in modo assolutamente ecologico e rispettoso dell’ambiente e Chiara vi insegnerà come fare.

I teli per la lezione sono messi a disposizione dall’insegnante ma se volete portare un vostro foulard le misure massime sono 100×100 cm.

Alla fine del corso (durata: 2 ore) potrete portare a casa un foglio di appunti con le tecniche suggerite e la stoffa piegata secondo il metodo giapponese. Per prenotare cliccate qui

Chiara Bottelli è diplomata in Lingua e Cultura giapponese all’ISIAO di Milano e laureata in Religioni e Filosofie dell’estremo Oriente all’Università di Torino. Appassionata di Giappone, ha viaggiato per il Paese del Sol Levante in lungo e in largo, fermandosi a lungo a Tokyo. Durante i suoi viaggi ha spesso visitato i laboratori artistici e di artigianato, i luoghi dove sono ancora vive tradizioni di tessitura, tintura e decorazione dei tessuti destinati alla creazione di kimono e pregiate stoffe.

Da anni organizza viaggi culturali e naturalistici in Giappone.

 

www.ilbuontempo.it

Ecco un esempio di Furoshiki. Con Chiara scoprirete tante altre piegature e avrete i consigli di un’esperta unica per passione ed esperienza.