• Search
  • Lost Password?
  • it
Al Mecenate Tea Lounge di Treviso si può bere tè dalla colazione all'aperitivo

Treviso, tè e arte si incontrano al Mecenate Tea Lounge nel segno dello stile italiano

La passione per il tè e l’arte sono il segno distintivo di Francesco Mosca, trentatreenne trevigiano che dopo anni di viaggi tra Inghilterra, Canada e Spagna, ha deciso di tornare nella sua città natale, Treviso, e inaugurare un luogo che avesse il sapore e lo stile dei salotti di fine Ottocento, il Mecenate Tea Lounge.

Arredi d’epoca, menu in stile vittoriano, pasticceria artigianale, conversazioni leggere e poi un’attenzione all’arte con mostre che si rinnovano ogni mese e, naturalmente, grande spazio a tè e tisane.

“Volevo un posto che richiamasse proprio il sostegno ad attività artistiche e culturali. Il nome Mecenate non è stato scelto a caso. Arte, tè e ricevere sono una mia passione. Sono nel settore della ristorazione fin da giovanissimo mentre la curiosità per il tè è nata durante un periodo di lavoro a Malaga in una teteria, che si chiama la Luna Egizia, un luogo dove si ritrovavano molti giovani e il tè era l’accompagnamento ideale per socializzare. Tornando a Treviso ho pensato a un ambiente dove fosse piacevole trascorrere del tempo e dove il tè fosse già nel titolo”.

Al Mecenate Tea Lounge – piazzetta Della Torre 9 – quello che colpisce è l’idea di un tè per ogni ora del giorno, così a fianco ad Assam e tè al gelsomino, trovate miscele floreali di tè bianchi o verdi serviti in piccole teiere trasparenti in bustine monodose preparate al momento e uno spazio dedicato ai cocktail al tè. I più gettonati? Il Bagno di Cleopatra che include tè verde, oltre a fragole e champagne, latte, panna e vodka. Richiestissimi anche il Gusto bohémien a base di rooibos e assenzio fino al Moruno deluxe. Il moruno è un tè molto popolare nelle zone desertiche del nord Africa a base di tè gunpowder e menta fresca, qui nella versione con aggiunta di rum bianco.

Al Mecenate Tea Lounge di Treviso si può bere tè dalla colazione all'aperitivo

“L’idea – racconta Francesco – è quella di un ambiente culturale da vivere a ogni ora del giorno. Qui, oltre alle mostre, facciamo anche presentazioni di libri e piano piano il Mecenate si sta caratterizzando per il suo stile. Da poco ho ottenuto il permesso per mettere una canna fumaria. L’idea di farlo diventare un bistrot con la possibilità di consumazioni anche a ora di pranzo è un progetto che ho fin dall’inizio. Ovviamente il tè me lo immagino in accompagnamento e nelle preparazioni”.

Qualche idea per l’estate? “Sto iniziando a cimentarmi con i bubble tea che incontrano molto i gusti e la curiosità del pubblico più giovane. Ma quest’anno voglio proporre anche le infusioni a freddo e poi sto iniziando a prendere confidenza con il kombucha, una bevanda a base di tè che sta spopolando”.

Torniamo al progetto bistrot. Cosa pensi di proporre alla tua clientela in futuro?
“Come dicevo, mi piacerebbe servire piatti in accompagnamento al tè, anche in purezza, e piccoli assaggi di dolce e salato con il tè come ingrediente. Questa attività è interessante in una città come Treviso, sia per il pubblico giovane che per i turisti. Per questo passaggio sto cercando un socio o una socia che abbia già esperienza nel settore per far crescere il Mecenate anche in orari che fino ad ora non ho potuto sperimentare, come il pranzo o l’ora dell’apericena. Chi fosse interessato a entrare a far parte del progetto mi può contattare via mail o telefono (li trovate in fondo all’articolo, ndr.)”.

Un’ultima domanda, qual è secondo te lo stile italiano del tè? “Non ho dubbi. Un tè di qualità e di facile preparazione. La complicazione a tavola non è il pezzo forte di noi italiani. Siamo accurati in cucina ma quando ci sediamo vogliamo essere coccolati, aver tempo per mangiare e ovviamente fare due chiacchiere. Ecco, per me il tè, come l’arte, deve essere accessibile a tutti. Che poi è lo spirito del mecenatismo”.

Mecenate Tea Lounge
piazzetta della torre, 9
Treviso
Tel. 347 922 3685
Facebook

 

Foto credit: Dosaka Maike (2018)

Written by
Redazione
View all articles
Written by Redazione