• Search
  • Lost Password?
  • it
Incucina è un bistrot a Bologna dove bere tè

Incucina,un bistrot a Bologna dove pranzare con il tè

Incucina è un grazioso bistrot in via De Toschi, a pochi passi dalla prima sede del festival del tè. Ad aprirlo sono stati Adriana e Giorgio, coppia dentro e fuori il ristorante, che hanno deciso di cambiare vita e di creare qualcosa insieme. Adriana lavorava nella comunicazione e ha spinto il marito, odontotecnico, a seguire la sua passione e il suo talento per la cucina. Incucina è quindi una storia di amore e di passione, la stessa che Giorgio dedica ogni giorno nella preparazione dei piatti e che mette Adriana nell’accogliere i clienti. In un luogo così animico non poteva che esserci anche uno spazio dedicato al mondo del tè.

“La carta dei tè c’è da sempre – racconta Adriana – ma negli ultimi due anni e mezzo abbiamo ampliato la scelta perché abbiamo iniziato a fare le colazioni. Quando riesco tengo aperto al pomeriggio e trasformo il locale in una vera e propria sala da tè. Mi piacerebbe riproporre quest’esperienza a breve, magari proponendo anche ricette salate, non solo torte in abbinamento alle nostre proposte pure o aromatizzate”.

Come abbiamo detto più volte, crediamo molto nell’abbinamento con il cibo e nel far entrare questa bevanda a pieno titolo sulle nostre tavole. Adriana ci ha confermato che non siamo le uniche: “All’inizio solo 2 clienti mi chiedevano il tè a pranzo, a tutto pasto. Oggi sono molti di più e tanti lo apprezzano come dopo pasto. Questa abitudine si sta lentamente diffondendo“. Quindi una carta dei tè ha senso pure in un ristorante? “Assolutamente sì, dalle statistiche di dicembre i prodotti più venduti sono state proprio le torte e il tè, non ci potevo credere”.

Come si può proporre questa bevanda ai consumatori italiani? “Ai miei clienti piace leggere la carta, poter scegliere tra varie proposte, vedere che le preparo al bancone. Apprezzano anche la scelta di selezionare un tè o una tisana del mese come novità. Quando tenevo aperto al pomeriggio avevo preparato un vassoio con i campioni dei miei tè e li portavo al tavolo così le persone potevano annusarli e potevano lasciarsi ispirare da questi profumi. Secondo me con questa bevanda è importante far fare un’esperienza sensoriale“.

Incucina è un bistrot a Bologna dove bere tè

Adriana propone una selezione di tè in foglie, conservate in barattoli di latta, pratici e belli anche da vedere. Prepara il tè con le bustine di carta monouso. La teiera viene portata al tavolo e viene lasciato al consumatore il “compito” di estrarre la bustina.

“Mi piace, è una cosa che sento mia. Mentre Giorgio cucina, io posso coltivare questo mondo che è stimolante anche per me”. Lo chef di Incucina non è però entraneo al tè, anzi ama sperimentare piatti con questo speciale ingrediente. “Nel libro di Marina Catuogno In cucina con tè trovate una sua ricetta di bulgur con verdure cotte al vapore proprio con il tè”.

Quali sono le proposte più apprezzate? “Sicuramente il bancha e il nostro tè bianco, ma anche il tè verde alla menta e la miscela Madama Butterfly (un tè verde giapponese al profumi di agrumi, ndr.). Ho anche l’English Breakfast in carta, ma in generale ho notato che i clienti preferiscono il tè verde al tè nero. Come tisana piace tanto quella con la curcuma e fiori di sambuco. D’estate faccio poi le infusioni a freddo e le vendo tantissimo perché sono senza zucchero, completamente naturali”.

Sempre a tema tè, a Incucina potete infine trovare le mug dedicate alla città di Bologna, create dalla food blogger My Lovely Bologna. Del resto le tazze e il buon cibo sono i compagni ideali dei nostri momenti all’insegna del tè.

Incucina
via De Toschi, 9
Bologna
Tel. 051 222096
(domenica chiuso)
Facebook

Written by
Redazione
View all articles
Leave a reply

Written by Redazione